Corso Trieste,61 00198 Roma
06 8418006 - 06 8418007

Costituzione in mora del debitore

Che significa costituzione in mora del debitore e quali gli effetti

La costituzione in mora del debitore è la richiesta fatta al debitore dal creditore per iscritto, di adempiere l'obbligazione.

Viene inoltrata a mezzo piego o lettera raccomandata con avviso di ricevimento, in modo da consentire di provare la data del ricevimento.

L'art. 1219 c.c. prevede che non sia necessario ricorrere alla costituzione in mora se:

- l'obbligazione deriva da fatto illecito;
- il debitore dichiara per iscritto di non voler adempiere;
- l'obbligazione è a termine e la prestazione (o il pagamento) deve essere eseguita al domicilio del creditore.

Dalla costituzione in mora del debitore, la legge fa scaturire taluni effetti a beneficio del creditore.

Gli effetti della costituzione in mora del debitore sono:

- inizio della decorrenza degli interessi moratori, nella misura dell'interesse legale, se non pattuiti diversamente;
- interruzione del termine di prescrizione (art. 2943 c.c.);
- obbligo in capo al debitore di risarcire l'eventuale danno;
- la perpetuatio obligationis, coè il passaggio del rischio che la prestazione divenga impossibile in capo al debitore.

Contattaci per informazioni
e preventivi
Condividi su